Il Museo Archeologico Nazionale di Firenze, cosa vedere

Il Museo Archeologico Nazionale di Firenze è poco frequentato dai turisti, anche se è uno dei Musei più antichi in Italia. Le sue porte vennero infatti aperte per la prima volta nel nel 1871 dal re Vittorio Emanuele II, in quella che era l’antica sede: il Cenacolo del Foligno. La sede attuale si trova in Piazza della Santissima Annunziata ed è situata all’interno di un preesistente palazzo costruito nel XVII secolo, il Palazzo della Crocetta, che ha ospitato al suo interno la figlia deforme del Granduca Ferdinando I de Medici, Maria Maddalena.

Il Museo contiene opere d’epoca romana, etrusca ed anche opere di provenienza egizia per non dimenticare tutte le opere appartenute alle ricche famiglie granducali dei Medici e successivamente dei Lorena. La collezione egizia è seconda solo a quella del Museo Archeologico Nazionale di Torino e contiene opere uniche al mondo. Ci sono infatti opere, non solo nella collezione egizia, bensì in tutto il Museo che non possono passare inosservate per la loro bellezza ed importanza storica ed archeologica.

Il percorso espositivo è suddiviso su 2 piani ed è distribuito in base alle sezioni storiche:

La prima sezione ad essere incontrata è quella etrusca che contiene manufatti di importanza mondiale. Tra le opere più famose abbiamo la Chimera di Arezzo, opera bronzea di grandi dimensioni che raffigura la creatura mitologica. L’opera è stata documentata come appartenuta al Granduca Cosimo I e restaurata da Benvenuto Cellini secondo usanza del tempo, sconvolgendo cioè quelle che erano le originali posizioni delle creature parte della statua.

La Chimera

Altre opere da non perdere in questa sezione sono: l’Arringatore, opera bronzea di dimensioni reali eseguita attorno al I secolo aC, il monumento funebre di Lethria Seianti, eseguito in terracotta rappresenta la donna sdraiata su un lato nell’atto di specchiarsi per sistemarsi al meglio il velo sulla testa ed il Sarcofago delle Amazzoni, importante esempio di pittura su marmo che mostra l’evoluzione della rappresentazione delle figure nello spazio.

L’Arringatore
Monumento funebre di Lethria Seianti
Il Sarcofago delle Amazzoni

Continuando la propria visita si incontra la sezione romana che viene aperta da uno dei massimi esempi di arte antica: la Statua della Minerva di Arezzo. L’altra opera da non perdere è L’Idolino di Pesaro, copia romana in bronzo di un originale greco che rappresenta la perfezione della statuaria antica.

La statua della Minerva di Arezzo

Accanto alla sezione romana si aprono le sale che contengono opere appartenenti alla sezione greca che offre al visitatore uno dei massimi esempi di vaso a figure nere: il Vaso François.Le altre opere che valgono l’attenzione sono due Kouroi e la Testa di cavallo, una scultura bronzea estremamente realistica eseguita attorno al IV secolo aC.

Vaso François
Testa bronzea di Cavallo

Ultima, ma non in importanza, è la sezione egizia che contiene opere sia di uso comune che opere appartenenti alla sfera funebre. Ci sono diversi oggetti molto insoliti come ad esempio due statuette che rappresentano due schiave al lavoro, una macina il grano mentre l’altra figura prepara la birra. Continuando la visita vi troverete davanti uno dei carri da guerra meglio conservato al mondo, risalente al XV secolo aC e diversi sarcofagi, iscrizioni e steli greche rappresentanti gli Dei della cultura antica.

Carro da guerra
Statuetta che rappresenta il momento di preparazione della birra

Sono moltissime le opere all’interno di questo museo poco battuto dal turismo di massa ma quelle sopra nominate sono le più importanti all’interno del percorso espositivo.

Museo Archeologico Nazionale
Piazza della Santissima Annunziata 9b
Orario di apertura:
lunedì/ sabato/ prima e terza domenica del mese 8:30-14:00
da matedì a venerdì 8:30-19:00
Prezzo del biglietto:
Intero 4€
Ridotto 2€

Per maggiori informazioni o per richiedere una visita guidata scrivetemi a info@bestinflorence.com

Please follow and like us:
error0

Beatrice

Mi chiamo Beatrice, amo Firenze in tutto e per tutto. Firenze è la città che mi ha avvicinata all’arte ed alla storia di questo luogo! ❤️ Arte, archeologia e storia sono delle vere e proprie passioni, così come il vino ed il buon cibo, quello toscano ovviamente 😁 amo raccontare Firenze ai curiosi ed ai turisti che ogni giorno vengono in città per conoscere ed apprezzare questo luogo prezioso 😊

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *